venerdì 24 maggio 2013

La forza dei Leoni

Ed eccoci qui. Ormai ci siamo.
Lunga ed estenuante, questa campagna elettorale sta arrivando alla sua conclusione.
E' da gennaio che va avanti: sì, perché tra le politiche e le regionali... non c'è stata tregua.

Quante cose sono successe in questio periodo... La prima raccolta firme, la notte davanti al tribunale e lo straordinario successo alle politiche. Il seguito è stato in salita, la raccolta firme sotto il fuoco incrociato e furibondo, di coloro che spingevano per il famoso accordo col partito democratico. Nel frattempo nasceva sotto buoni auspici il meetup in bassa valle. Solidi come rocce, sotto la pioggia, in mezzo alla neve, abbiamo resistito assieme a tutti gli attacchi. Abbiamo preso sonori vaffa e duri insulti, abbiamo ingoiato grossi rospi, subito ostacoli e boicottaggi... ma siamo andati avanti. E alla fine di nuovo, davanti al tribunale, giorno e notte, neve e pioggia.

Le serate, una dietro l'altra; le persone, a volte poche, a volte nessuna, a volte qualcuna in più. Abbiamo vagato in giro per la Valle, cercando di aprire e cambiare la testa dei valdostani: una alla volta, se necessario. Abbiamo riso e ci siamo arrabbiati: abbiamo avuto giorni difficili in cui magari pensavamo di non farcela e magari abbiamo avuto qualcuno che ci è stato vicino e ci ha dato la carica, per proseguire.

Molti di noi sono cambiati molto in questo periodo: abbiamo imparato ad affrontare domande difficili, a rispondere agli attacchi, a parlare in pubblico. Siamo tornati a scuola...

E poi c'è stata la serata di Grillo... che è stata una grande grandissima serata. Non per lui, ma per noi. Siamo stati grandi, tutti quanti.

Giorno dopo giorno, con pazienza, fatica e determinazione, qualche intoppo organizzativo siamo infine arrivati all'ultimo giorno. E consentitemi di dirlo, comunque vada sarà un successo. Affrontiamo delle corazzate in guerra e noi siamo nel mezzo: senza mezzi, con poca esperienza, ma con il desiderio, la voglia di fare bene e hanno paura, una paura fottuta di noi.

E' stata una grande avventura e sono grato di avervi partecipato. Tutti noi non siamo più semplici spettatori, ora noi siamo protagonisti, noi siamo partecipi di questa avventura.

I nostri maggiori avversari hanno litigato sull'utilizzo del simbolo del leone, nei loro stemmi.
Questi però non hanno capito una cosa: tra due leoni, finti e disegnati, i Leoni, quelli veri, siamo noi!!
  



Nessun commento:

Posta un commento