lunedì 17 marzo 2014

Rassegna comunitaria Evançon dimezzata

Il 29 marzo, a Montjovet, si svolgerà la rassegna comunitaria bovina della comunità Evançon.

Gli allevatori si riuniscono, presentando i loro capi migliori: occasione di festa, di ritrovo, di qualche soddisfazione, dopo tanti sacrifici.

Sarà questa una rassegna ridimensionata: ridimensionata dalla crisi economica, certamente, ma anche dalla malagestione di un governo regionale che promise mari, monti e soldi, un anno fa, in vista delle elezioni di maggio, ma che, una volta ottenuta l'elezione, di quelle promesse si è bellamente dimenticato.

E così, i fondi per le rassegne dell'anno passato (2013), sono arrivati solo il 23 gennaio di quest'anno, a seguito di una durissima battaglia in consiglio regionale, portata avanti dalla minoranza. Colpa del patto di stabilità, certo...
 
Fondi, sì, ma pochi. E così, gli allevatori della comunità Evançon si vedono costretti a ridimensionare la manifestazione: e mentre per l'anno scorso sono state rimborsate le spese di trasporto per due capi, quest'anno il rimborso riguarda solo il capo adulto. Quindi molti agricoltori rinunceranno a portare il manzo alla rassegna.*

Altro taglio riguarda i premi: non più i campanacci, consegnati da impettiti e orgogliosi uomini forti della regione, ma semplici ceste di prodotti tipici.

E saranno pagati i contributi all'Arev per le manifestazioni del 2014? Nessuno lo sa. Attenderemo fiduciosi.
 
La speranza è che gli allevatori valdostani abbiano finalmente capito con chi hanno a che fare e che non vogliano più farsi sedurre da finte e vuote promesse elettorali.
  


*Il regolamento Arev prevede che ogni allevatore porti in rassegna un capo adulto (3 anni, 4 e oltre anni) e un manzo fino a 2 anni.

Nessun commento:

Posta un commento